Tagged fisica

Determinismo e Libero Arbitrio

Milano ospita in Maggio un evento della massima rilevanza culturale organizzato dall’associazione Communitas: il Premio Nobel per la Fisica del 1999 Gerard ‘t Hooft, il filosofo Emanuele Severino e il teologo Piero Coda si confrontano su un tema che si trova ad un tempo alle radici della Meccanica Quantistica, la più enigmatica teoria fisica, e alle origini stesse del pensiero occidentale: la contrapposizione e l’intreccio tra determinismo e libero arbitri

Gerardus ‘t Hooft

Gerardus (Gerard) ‘t Hooft (Den Helder, 5 luglio 1946), fisico olandese, premio Nobel per la fisica nel 1999. Insegna fisica teorica all’Università di Utrecht nei Paesi Bassi. Il premio Nobel gli è stato assegnato, con Martinus J. G. Veltman, per «aver spiegato la struttura quantistica dell’interazione elettrodebole». Gli è stato intitolato l’asteroide 9491 Thooft, di cui ha scritto una costituzione per i futuri abitanti. Ha vinto la medaglia Lorentz nel 1986. Il suo prozio Frits Zernike fu premio Nobel per la fisica. Il nome ‘t Hooft significa “la testa” (‘t è un’abbreviazione per “het”).