Gerardus (Gerard) ‘t Hooft

Gerardus ‘t Hooft

 

Il premio Nobel gli è stato assegnato, con Martinus J. G. Veltman, per «aver spiegato la struttura quantistica dell’interazione elettrodebole». Gli è stato intitolato l’asteroide 9491 Thooft, di cui ha scritto una costituzione per i futuri abitanti. Ha vinto la medaglia Lorentz nel 1986. Il suo prozio Frits Zernike fu premio Nobel per la fisica. Il nome ‘t Hooft significa “la testa” (‘t è un’abbreviazione per “het”).